Le discipline economiche
 

Boeri non è obiettivo!

Alfa Echo 35 4 Lug 2017 20:53
<http://economia.ilmessaggero.it/flashnews/pensioni_meno_di_mille_euro_a_5_8_milioni_di_persone_boeri_no_a_blocco_frontiere-2542560.html>

[x] è alquanto sospetto che uno che guarda al lungo periodo, non abbia speso
una parola sul fatto che Esportare cervelli italiani laureati (il miglior
potenziale umano capace di produrre innovazioni) per importare immigrati
semi-*****fabeti, è una politica demografica criminogena, ed obiettivamente è
assai strano che si perori una politica demografica criminogena!

[x] è alquanto sospetto che Boeri che guarda al lungo periodo, non abbia speso
una parola sul fatto che E’ da molti anni che l’Italia ha preso ad importare
immigrati, ma il numero di brevetti ed innovazioni in Italia non è cresciuto:
sia perchè il livello di educazione degli immigrati è molto basso, sia perchè
IL TESSUTO ECONOMICO ITALIANO è dimensionalmente troppo piccolo, ed è sempre
stato cronicamente incapace di produrre ricerca e svlluppo applicata.

[x] è alquanto sospetto che Boeri che guarda al lungo periodo, non abbia speso
una parola sul fatto che E’ noto anche ai sassi: la tecnologia distrugge più
posti di lavoro di quanti ne creino le successive innovazioni, è infatti una
prerogativa dell’Economia di Mercato, riuscire a fare sempre più con meno.
E’ proprio per questa ragione, che l’economia di mercato ha vinto il
confronto con il sistema ad economia collettivista sul tema della potenza
economica.Gli economisti neoclassici quanto i keynesiani, ancora pensano che
esista una crescita infinita all’interno di un pianeta di dimensioni finite.
La realtà, è che non è possibile una crescita infinita in un pianeta di
dimensioni finite. Se l’Italia, riuscirà a mantenere un pil costante, allora
con una curva demografica leggermente calante, il reddito pro-capite sarà
leggermente crescente in Italia (il che solitamente è sinonimo di assenza di
conflitti sociali e di nessun rigurgito di odi etnici).

[x] è alquanto strano che Boeri non sappia che esistano i ROBOT e che nei
decenni futuri 2030s-2040s-2050s tali tecnologie diventeranno ancora più
pervasive di quanto lo siano oggi nell'industria e servizi. Se le combinazioni
produttive italiane, non riusciranno a ristrutturare i propri processi
produttivi restando al passo con l’innovazione di processo, allora le aziende
italiane non saranno competitive e chiuderanno (facendo collassare il pil
italiano) non essendo le aziende italiane capaci d’ottenere economie di
scala/dimensione e sufficiente qualità, con costi operativi tali da avere
margini di contribuzione atti a generare profitti. (Si pensi a cosa è successo
all’industria delle motociclette in Italia negli anni 1970s con la
competizione giapponese, si pensi a cosa è accaduto all’industria informatica
italiana nel confronto con americani, ******* sud koreani).

In buona sostanza nessuno discute oggi di cacciare gli immigrati che hanno un
lavoro e sono già integrati.

=> Si discute del fatto che l'Africa oggi è 1.2MLD ed il 10% ossia 120MLN di
persone non c'entrano in Europa od in Italia.

=> Si discute del fatto che l'Africa nel 2050 conterà 2.4MLD di persone e
l'apporto che gli africani porteranno al grosso problema della sovrapopolazione
in Africa, sarà alquanto negativo. Nonchè che i problemi climatici in africa
si legheranno con i problemi del climate change, rendendo insolubile il problema
di 2.4MLD per il 2050s.

=>Si discute del fatto che servirebbe una politica di controllo delle nascite in
Africa.

Preoccuparsi dei profili finanziari INPS del 2030s-2040s-2050s è un FALSO
PROBLEMA, in quanto per quelle date, ci saranno altri tipi di problemi molto
più gravi ed impellenti, di certo, l'unico problema che CERTAMENTE NON CI SARA'
nella penisola italiana per quelle date, sarà il problema delle risorse INPS
per le pensioni nel 2030s-2040s-2050s

LOL

<http://fenalc.sostelevision.it/extrapolazioni-xxi-secolo/>
<http://fenalc.sostelevision.it/rischio-della-levata-chartago/>
<http://fenalc.sostelevision.it/futuro-prossimo-delle-migrazioni-europee/>
<http://fenalc.sostelevision.it/la-crisi-nellisola-mayotte-la-lampedusa-francese-p3/>
<http://fenalc.sostelevision.it/scenari-mediterranei-intorno-al-2050/>


--
Ma il Wasabi giapponese lo coltivano a Fukushima?!
attoreattore111@gmail.com 4 Lug 2017 22:03
Il giorno martedì 4 luglio 2017 20:53:44 UTC+2, Alfa Echo 35 ha scritto:
>
>
> In buona sostanza nessuno discute oggi di cacciare gli immigrati che hanno un
lavoro e sono già integrati.
>
> => Si discute del fatto che l'Africa oggi è 1.2MLD ed il 10% ossia 120MLN di
persone non c'entrano in Europa od in Italia.
>
> => Si discute del fatto che l'Africa nel 2050 conterà 2.4MLD di persone e
l'apporto che gli africani porteranno al grosso problema della sovrapopolazione
in Africa, sarà alquanto negativo. Nonchè che i problemi climatici in africa
si legheranno con i problemi del climate change, rendendo insolubile il problema
di 2.4MLD per il 2050s.
>
> =>Si discute del fatto che servirebbe una politica di controllo delle nascite
in Africa.
>
>

Perché quando parli di immigrazione
di stranieri in Italia fai sempre
esclusivamente riferimento all'Africa?

https://it.wikipedia.org/wiki/Immigrazione_in_Italia

<<*****izzando i Paesi di provenienza dei cittadini stranieri regolarmente
residenti, si nota come negli ultimi anni ci sia stato un deciso incremento dei
flussi provenienti dall'Europa orientale, che hanno superato quelli relativi ai
paesi del Nordafrica, molto forti fino agli anni novanta.

Ciò è dovuto in particolare al rapido incremento della comunità rumena in
Italia, che, in particolare nel 2007, è all'incirca raddoppiata, passando da
342.000 a 625.000 persone e rappresentando quindi la principale comunità
straniera in Italia.

Ciò è dipeso, verosimilmente, dall'ingresso della Romania nell'Unione europea,
che ha facilitato i flussi, e dall'affinità linguistica.
Secondo i dati Istat, al 1º gennaio 2016 risiedevano in Italia quasi 1,2
milioni di cittadini rumeni[17], che costituiscono il 23% della popolazione
straniera in Italia[17] e circa l'1,97% sul totale della popolazione residente
in Italia; ciò fa sì che in Italia risieda quasi il 45% dei circa 2,5 milioni
di cittadini della Romania espatriati, residenti nell'Unione europea.[25].


Accanto ai rumeni le principali comunità straniere presenti in Italia sono
quella albanese (9,3% della popolazione straniera), marocchina (8,7%), cinese
(5,4%) ed ucraina (4,65%). Al 1º gennaio 2016, poco più del 30% dei residenti
stranieri sono cittadini di un Paese dell'Unione europea, e oltre il 50% sono
cittadini di un Paese europeo. I cittadini di Stati africani sono circa il 20%
del totale, così come i cittadini di Stati asiatici[17].>>

Sicuramente non eri a conoscenza
di questi dati. Vero?
Ora che li conosci cosa ci dici?
E' sempre e solo l'immigrazione
degli africani il problema
o anche il fatto di aver aderito
all'unione europea?

Rileggiamo meglio i dati
così capisci meglio:

<<Al 1º gennaio 2016, poco più del 30% dei residenti stranieri sono cittadini
di un Paese dell'Unione europea>>

Qui sopra vogliono dire che
il 30% degli immigrati
in Italia provengono della UNIONE EUROPEA,
cioè sono CITTADINI EUROPEI.

Questi ce li abbiamo in casa
per colpa di chi ci ha
fatto entrare in Europa! E si tratta
del 30%.

<< e oltre il 50% sono cittadini di un Paese europeo. >>

Questi provengono da altri paesi EUROPEI
che però non fanno parte dell'unione.
Come per es Albania, Ucraina ecc.
Questi ce li abbiamo in casa
per colpa del crollo dell'URSS.

<<I cittadini di Stati africani sono circa il 20% del totale.>>

Solo il 20% arrivano dall'Africa
e particolarmente da Marocco, Egitto ecc.

Per favore spiegaci meglio
cioè quando parli di immigrati
in Italia a QUALE popolazioni
fai preciso riferimento.

A me sembra che quando tu parli
di immigrati pensi ESCLUSIVAMENTE
a quelli provenienti dall'Africa
ovvero a quelli di pelle nera.

Sono questi di pelle nera il problema
per l'economia italiana, cioè è questo
20%?
Possibile che un 20% di africani in Italia
sono il vero problema della nostra
economia?

Non può essere invece, il vero problema
della nostra economia, il fatto
che la classe politica e quella imprenditoriale
(i vari Craxi e Berlusconi per intenderci)
italiana si siano spartiti le ricchezze
del paese?
Cioè alcuni politici e alcuni imprenditori
(i più potenti politici e imprenditori)
verso gli anni Ottanta hanno deciso
di spartirsi tutto.
Da qui le privatizzazioni a favore
di aziende private le quali
non investono nella ricerca
e in nuove tecnologie perché
tanto loro hanno dei MONOPOLI
in Italia.

Cioè se in Italia non si ricerca,
non si innova la colpa è degli africani
o delle grandi imprese italiane
che non investono in questo settore?
Secondo me non investono perché
non subiscono in Italia nessuna
concorrenza dall'estero visti
i loro monopoli.

NB Per favore, fa molta
più attenzione quando scrivi
su questo ng, qui a leggere
trovi gente informata e che
sa informarsi. Cioè non ti trovi
nelle condizioni dei giornalisti
rai e mediaset abituati
ad abbindolare persone che
non sanno nulla al riguardo.

Non è quello il pubblico di questo ng:))
Fa piu attenzione!!
Alfa Echo 35 5 Lug 2017 12:08
attoreattore111@gmail.com wrote:

> Il giorno martedì 4 luglio 2017 20:53:44 UTC+2, Alfa Echo 35 ha scritto:
>>
>>
>> In buona sostanza nessuno discute oggi di cacciare gli immigrati che hanno un
lavoro e sono già integrati.
>>
>> => Si discute del fatto che l'Africa oggi è 1.2MLD ed il 10% ossia 120MLN di
persone non c'entrano in Europa od in Italia.
>>
>> => Si discute del fatto che l'Africa nel 2050 conterà 2.4MLD di persone e
l'apporto che gli africani porteranno al grosso problema della sovrapopolazione
in Africa, sarà alquanto negativo. Nonchè che i problemi climatici in africa
si legheranno con i problemi del climate change, rendendo insolubile il problema
di 2.4MLD per il 2050s.
>>
>> =>Si discute del fatto che servirebbe una politica di controllo delle nascite
in Africa.
>>
>>
>
> Perché quando parli di immigrazione
> di stranieri in Italia fai sempre
> esclusivamente riferimento all'Africa?
Attualmente gli Africani contano 1.2MLD di persone, se ne migrasse appena il 10%
sarebbero 120MLN di persone.
Intorno al 2050 gli africani raddoppieranno, raggiungendo i 2.4MLD di persone.
La Terra è martoriata dal climate change, le piaghe del climate change in
Africa si legheranno al problema della bomba demografica africana, disegnando un
contesto non risolvibile per gli europei.

Se poi su questo dramma apocalittico, ci metteranno mano i cinesi, per limitare
la delocalizzazione Asiatica in Africa il problema si acuirà.

Sto parlando di Guerra, di morti, di drammi apocalittici: il XXI secolo non
porta pace e prosperità come te la racconta "Renzi svuota africa" oppure il
papa che è utile ******* servizievole portatore d'acqua al pozzo di Satana

>
> https://it.wikipedia.org/wiki/Immigrazione_in_Italia
>
> <<*****izzando i Paesi di provenienza dei cittadini stranieri regolarmente
residenti, si nota come negli ultimi anni ci sia stato un deciso incremento dei
flussi provenienti dall'Europa orientale, che hanno superato quelli relativi ai
paesi del Nordafrica, molto forti fino agli anni novanta.
>
> Ciò è dovuto in particolare al rapido incremento della comunità rumena in
Italia, che, in particolare nel 2007, è all'incirca raddoppiata, passando da
342.000 a 625.000 persone e rappresentando quindi la principale comunità
straniera in Italia.
>
> Ciò è dipeso, verosimilmente, dall'ingresso della Romania nell'Unione
europea, che ha facilitato i flussi, e dall'affinità linguistica.
> Secondo i dati Istat, al 1º gennaio 2016 risiedevano in Italia quasi 1,2
milioni di cittadini rumeni[17], che costituiscono il 23% della popolazione
straniera in Italia[17] e circa l'1,97% sul totale della popolazione residente
in Italia; ciò fa sì che in Italia risieda quasi il 45% dei circa 2,5 milioni
di cittadini della Romania espatriati, residenti nell'Unione europea.[25].
>
>
> Accanto ai rumeni le principali comunità straniere presenti in Italia sono
quella albanese (9,3% della popolazione straniera), marocchina (8,7%), cinese
(5,4%) ed ucraina (4,65%). Al 1º gennaio 2016, poco più del 30% dei residenti
stranieri sono cittadini di un Paese dell'Unione europea, e oltre il 50% sono
cittadini di un Paese europeo. I cittadini di Stati africani sono circa il 20%
del totale, così come i cittadini di Stati asiatici[17].>>
>
> Sicuramente non eri a conoscenza
> di questi dati. Vero?
si, infatti Rumeni, Albanesi, Polacchi, Bugari sono cittadini europei non
extra-europei, quando c'era Schengen in Italia (prima che Francia, Svizzera,
Austria chiudessero i confini perchè l'Italia ha asperso sub-sahariani in
questi ultimi 4 anni) bastava la carta d'identità per circolare in Europa ed
Italia.

Per tutte le altre nazionalità Extraeuropee SERVE un PASSAPORTO: immigrazione
legale.

Poi sono arrivati i koglioni come te, quelli no border che non vogliono ripagare
il debito pubblico italiano e si sono nascosti dietro il fenomeno dell'Africa
Ferries con navi militari italiane ed ONG dove questi immigrati clandestini non
hanno uno straccio di documento d'identità.


> Ora che li conosci cosa ci dici?
che sei un comunista di ******* che parla a vuoto senza avere collegato il
cervello alla tastiera: non c'è una considerazione demografica ed economica
prospettiva nei tuoi scritti.


> A me sembra che quando tu parli
> di immigrati pensi ESCLUSIVAMENTE
> a quelli provenienti dall'Africa
> ovvero a quelli di pelle nera.
>
> Sono questi di pelle nera il problema
> per l'economia italiana, cioè è questo
> 20%?
> Possibile che un 20% di africani in Italia
> sono il vero problema della nostra
> economia?
>
in 4 anni siamo a 700MILA persone se poi aggiungi 467mila marochini, 109mila
egiziani, 101mila pakistani, 98mila senegalesi, 95mila tunisini, 77mila
nigeriani siamo a circa 1.7MILIONI a cui aggiungere 250mila in arrivo nel
2017=3MILIONI.


> Non può essere invece, il vero problema
Focus penisola italiana in due parole: gli italiani sono BOLLITI ma ancora non
lo hanno capito: lo comprenderanno presto!.

Focus Mediterraneo in due parole: il Nord Est africa crollerà sotto la bomba
demografica sub-sahariana.

Focus Mondo in due parole: la cattiva notizia è che ieri era meglio di oggi, la
buona notizia è che oggi è meglio di domani.







--
8=====puppa=====D
attoreattore111@gmail.com 5 Lug 2017 14:00
Il giorno mercoledì 5 luglio 2017 12:12:35 UTC+2, Alfa Echo 35 ha scritto:
>
>>
>> Sono questi di pelle nera il problema
>> per l'economia italiana, cioè è questo
>> 20%?
>> Possibile che un 20% di africani in Italia
>> sono il vero problema della nostra
>> economia?
>>
> in 4 anni siamo a 700MILA persone se poi aggiungi 467mila marochini, 109mila
egiziani, 101mila pakistani, 98mila senegalesi, 95mila tunisini, 77mila
nigeriani siamo a circa 1.7MILIONI a cui aggiungere 250mila in arrivo nel
2017=3MILIONI.
>
>
Queste tue cifre sono prive
di fondamento, però finalmente
ci hai detto che PER TE
quando si parla di immigrazione
in Italia, cioè di stranieri in Italia
bisogna intendere UNICAMENTE gli africani.
Benissimo, almeno questo ora è chiaro.

Per cifre fondate consiglio di leggere qui:
http://www.istat.it/it/archivio/201119


>>
>> Non può essere invece, il vero problema
> Focus penisola italiana in due parole: gli italiani sono BOLLITI ma ancora non
lo hanno capito: lo comprenderanno presto!.
>
>
Per favore ci spieghi
COME (entrando nel dettaglio)
gli immigrati AFRICANI stanno
danneggiando il nostro sistema economico?
Tu parli parli, però stringi stringi
e non spieghi, non vai al sodo.

Sarai in grado, voglio sperare per te,
di spiegare COME ( dettagliatamente)
gli immigrati africani stanno
danneggiando il nostro sistema
economico.
Forza, spiega!!
the F.O. 5 Lug 2017 14:42
Koglione!, le risorse sono sempre scarse e suscettibili d'impieghi
alternativi e concorrenti!

10MLD[2016+2015+2014]+4.7MLD[2017] per un totale 14.7MLD in 4 anni
s*****ati nel business della svuota africa benedetto dall'utile *******
del papa!

Se lo Stato italiano, invece di s*****are così le risorse nello svuota
africa... avesse speso 14.7MLD per ricostruire l'Aquila, l'antico centro
della città terremotata da decenni, ormai sarebbe quasi ricostruito
invece di attendere il 2033

LOL

Se lo Stato italiano invece di s*****are così le risorse nello svuota
africa... avesse speso 14.7MLD per togliere le macerie da Amatrice e
costruire case di legno e paglia, ormai sarebbero avanzati denari dei
14.7MLD stanziati, le zone terremotate non sarebbero ancora immerse nelle
macerie ma zone totalmente rinnovate.

LOL

Se lo Stato italiano invece di s*****are così le risorse nello svuota
africa... si fosse speso 14.7MLD in quattro anni a rattoppare i tubi
nell'acqua, le perdite medie dal 40% sarebbero potute scendere al 10% e
la crisi idrica forse nemmeno ci sarebbe, nonostante la siccità!

LOL

Ma poichè "Renzi svuota africa" preferisce creare falsi problemi (come il
business dello svuota africa) per non ripagare il debito pubblico
italiano, allora gli italiani devono essere costretti a vedere s*****ati
14.7MLD nel business nello svuota africa, avendo la garanzia papale che in
futuro potranno sciacquarsi le palle con l'abbondante MISERICORDIA
pontificia.

In Agosto 2017 di certo vedremo quanto abbondante sarà la misericordia
pontificia e se sarà possibile agli italiani di sciacquarsi le palle
oppure se dovranno lavarsi in mare con l'acqua salata!

LOL



--
-
---
I molti partiti comunisti italiani
che stanno a DX, al centro, a SX
finiranno anche i denari di Draghi,
il 31/10/2019
attoreattore111@gmail.com 5 Lug 2017 19:09
Il giorno mercoledì 5 luglio 2017 14:42:05 UTC+2, the F.O. ha scritto:
> Koglione!, le risorse sono sempre scarse e suscettibili d'impieghi
> alternativi e concorrenti!
>
> 10MLD[2016+2015+2014]+4.7MLD[2017] per un totale 14.7MLD in 4 anni
> s*****ati nel business della svuota africa benedetto dall'utile *******
> del papa!
>
> Se lo Stato italiano, invece di s*****are così le risorse nello svuota
> africa... avesse speso 14.7MLD per ricostruire l'Aquila, l'antico centro
> della città terremotata da decenni, ormai sarebbe quasi ricostruito
> invece di attendere il 2033
>
>
Prima di tutto queste
cifre sono prive di qualsiasi
fondamento.
Ma ammettiamo pure che il governo
abbia speso tutti questi soldi
a favore degli africani immigrati
in Italia.
Ebbene non si capisce in che senso
l'intero sistema economico italiano
ne possa risentire.

Cioè in che senso l'arrivo
degli africani con annesse SPESE STATALI
bloccherebbe la crescita economica
del Paese?

Noi sappiamo che la BCE sta comprando
titoli di Stato di TUTTI i paesi eurozona.
Quindi i soldi ci sono.

Il problema, come spiegò lo stesso Draghi
è che questi soldi le banche spesso
non li investono nell'economia reale
o li investono esclusivamente in titoli
di Stato.
Draghi disse:
«Sta diventando sempre più chiaro che le politiche fiscali dovrebbero
sostenere la ripresa economica attraverso investimenti pubblici e un’inferiore
tassazione».

Come si nota, secondo la BCE (Draghi
parla a nome della BCE) per la ripresa
bisogna abbassare le tasse
MA AUMENTARE GLI INVESTIMENTI PUBBLICI.

Cioè lo Stato deve investire in modo
tale da generare occupazione.
Questo aumento di occupazione
porta all'aumento di domanda
e al conseguente aumento di offerta
con tutto quello che di positivo (
anche un leggero aumento dei prezzi)
che ne consegue e cioè la crescita economica.

Per es. lo Stato non solo potrebbe
abbassare un po' le tasse
ma potrebbe pagare lo stipen***** LORDO
agli statali i quali poi dovranno
pagare le loro tasse ogni sei mesi.

In questo modo i soldi che normalmente
il governo TRATTIENE a monte di questi
stipendi vengono messi in circolazione,
cioè vanno ad aumentare la domanda di beni.

Ovviamente il dipendente pubblico
che non paga le tasse ogni sei mesi può essere
anche licenziato nel giro di poche settimane.

Ma una cosa del genere alle banche
non conviene. Infatti si rischia
un po' di inflazione (e per le banche
l'inflazione è come il fumo
negli occhi) e di non vedersi restituiti
subito indietro i prestiti, il riscatto
dei titoli ecc.

Questi poveri africani
sono diventati il vero e proprio
capro espiatorio di tutti
i problemi italiani sia quelli
di ordine pubblico che di crescita
economica.
Solo persone che non conoscono
come stanno le cose (gli elettori
di tanti partiti) a livello economico
ci possono cascare.
C'è un propaganda su rete 4 di Berlusconi
da almeno tre anni.
Una sera parla della legittima difesa
e dei furti, l'altra sera degli immigrati.
E intanto lui continua a vivere ricco
e felice!
the F.O. 6 Lug 2017 15:02
L'Euro non è moneta di conto internazionale come il dollaro.
Quando lo youan cinese smetterà di avere cambio fisso, cozzerà con
dollaro, euro, rupia, e forse anche rial e rublo. Ragione per cui, prima
di quella data, sarebbe utile aver risanato il debito pubblico italiano
ed aver stampato pochi euro, altrimenti le ragioni che condurranno
l'Europa ad entrare in GUERRA nella WWIII saranno ancora più numerose, di
quelle annesse alla partnership economica e gassiera con la *******

Discutere d'economia con un mentecatto di sociologo è tempo perso, specie
in estate che fa caldo e si sta bene al mare a nuotare od al sole.

Ricordati quanto di dico:

Focus penisola italiana in due parole: gli italiani sono BOLLITI, ma
ancora non lo hanno capito; però lo comprenderanno molto presto!.

Focus Mediterraneo in due parole: il Nord Est africa crollerà sotto la
bomba demografica sub-sahariana. Se i cinesi strumentalizzeranno il
fenomeno per lenire la delocalizzazione economica da Asia verso l'Africa,
il processo delle Guerre Puniche II sarà ancora più apocalittico!.

Focus Mondo in due parole: la cattiva notizia è che ieri era meglio di
oggi, la buona notizia è che oggi è meglio di domani. Siamo in rotta
perfetta verso la WWIII a prima restrizione e le Guerre Puniche II. Siamo
perfettamente dentro lo scenario del FALSO RITORNO ALL'ETA' DELL'ORO
forse nei prossimi decenni potrà esserci un tentativo disperato di
sterzare sulla CATASTROFE ULTRAVIOLETTA oppure sulla SURROGAZIONE
INERZIALE ESPLOSIVA.

Quello che già oggi si puo' dire, è che è ragionevolmente certo è che la
WWIII il mondo se la sukkierà tutta: detonerà in una data ignota compresa
tra i decenni 2030s-2040s-2050s perchè le vie che potrebbero condurre
verso EFFICIENTE CONDIVISIONE TECNOLOGICA DELL’AUSTERITA’ sono da tempo,
diventate impossibili e lo saranno ancora di più nei prossimi anni!.

LOL





--
-
---
I molti partiti comunisti italiani
che stanno a DX, al centro, a SX
finiranno anche i denari di Draghi,
il 31/10/2019

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Le discipline economiche | Tutti i gruppi | it.economia | Notizie e discussioni economia | Economia Mobile | Servizio di consultazione news.