Le discipline economiche
 

Bidoni cinesi stealth

the F.O. 30 Giu 2017 15:24
si chiama BROKEN ARROW ossia il rischio che un sistema d'arma della
nazione A finisca in mano alla nazione B (che non è alleato di A).

Nei sistemi d'arma è un rischio da fronteggiare, per non avere una difesa
aerea in mutande davanti al nemico!

<http://www.*****isidifesa.it/2017/06/pechino-promuove-lexport-dello-
stealth-fc-31/>

Se non fosse un bidone, la Cina non lo esporterebbe!

:-P

la Cina esporta cloni low cost ******* stealth... MA importa Su35 russi

<http://www.*****isidifesa.it/2017/02/cosa-fara-pechino-dei-24-su-35-
acquistati-in ******* >

e si guarda bene da esportarne le tecnologie cinesi attinenti ai sukoi
cinesi clonati e migliorati.

Il J10 è un F16 made in cina e lo usa la Cina ed il *PAKISTAN*
<https://it.wikipedia.org/wiki/Chengdu_J-10>

Il J11 è il Su27 made in Cina e non lo esporta a nessuno
<https://it.wikipedia.org/wiki/Sukhoi_Su-27#In_Cina>

Il J15 è il Su33 made in Cina e lo usano solo i Cinesi.
https://it.wikipedia.org/wiki/Shenyang_J-15

tra un po' i cinesi si faranno il

J-17 o come diavolo lo chiameranno il clone cinese del Su35 e non lo
esporteranno a nessuno!

Chi sa dirmi, come mai i cinesi esportano le *****e stealth, ma non
esportano i Su27 made in china?!






--
-
---
I molti partiti comunisti italiani
che stanno a DX, al centro, a SX
finiranno anche i denari di Draghi,
il 31/10/2019
attoreattore111@gmail.com 30 Giu 2017 22:28
Il giorno venerdì 30 giugno 2017 15:24:39 UTC+2, the F.O. ha scritto:
>
>
> Chi sa dirmi, come mai i cinesi esportano le *****e stealth, ma non
> esportano i Su27 made in china?!
>
>
A mio parere la Cina si è
armata molto negli ultimi
decenni perché teme il Giappone
(un nemico storico) e soprattutto
gli USA che sono dietro al Giappone.
In particolare c'è da temere
molto le tante basi USA nel Pacifico
le tante portaerei e sommergibili.

Cioè, se ho capito bene, mentre
gli USA possono colpire chiunque nel mondo
facendo partire i loro missili
da portaerei e sottomarini (quindi
avvicinarsi moltissimo al paese
da colpire) la stessa cosa
non possono fare tutti gli altri.

Se non ricordo male, solo l'URSS (e
oggi la ******* aveva sottomarini
simili mentre la Cina era (ora non lo so
devo aggiornarmi) molto indietro.

Quindi, se ho capito bene,
per tutti gli altri
ci sono, nei confronti
degli USA i seguenti problemi:

1. Difendersi da lanci da parte
di portaerei ecc così ravvicinati.

2. Riuscire a minacciare il suolo USA
con missili, ma VICINI al territorio
americano e non con missili intercontinentali
che possono essere intercettati.

In pratica se ho capito
bene gli USA, dal punto
di vista militare hanno
l'enorme vantaggio di avere
il loro territorio separato
dal resto degli altri continenti
da ben due oceani.
Ed è questa enorme distanza
che diventa un problema per
un contrattacco.

Infatti la crisi dei missili
a Cuba fu un modo da parte
di Cuba per difendersi ma al tempo
stesso, essendoci dietro l'URSS
ecco che la situazione venne
interpretata del tutto diversamente.

Inoltre, come detto, gli USA
hanno tante basi in giro per il
mondo e le tante portaerei
e sottomarini.
Cioè, loro possono attaccare
e male che vada prendono di mira
la portaerei, gli aerei, i sottomarini
e ovviamente i militari: vedi
i tanti morti in Iraq.
Rimane escluso il suolo americano
ben protetto dagli oceani.

Ora non ho capito se la Cina
si stia armando con le portaerei
copiando così "lo stile" degli americani
oppure con i missili intercontinentali
o con entrambi.

In ogni caso a me gli USA
fanno molta paura.
Fino a quando c'era Clinton
mi convinsi che tutto sommato
questo loro vantaggio sarebbe
stato compensato da una classe
dirigente saggia.
Ma dopo il Settembre 2001
non si può stare più tranquilli.

In questo senso si capisce
perché molti paesi vogliono
l'atomica, vogliono armarsi
ecc perché gli USA sono in grado
di colpire in qualsiasi momento

Per questo io ipotizzo
che quello sia stato un colpo
di Stato. Cioè un modo per spingere
al riarmo globale.
Infatti gli USA da allora
vennero percepiti come molto minacciosi
e in grado di attaccare chiunque
con una scusa qualsiasi.
Questo implica che altri per difenderi
sono costretti ad armarsi, quindi
l'industria militare di parecchi
paesi (vedi ******* ha buoni
motivi per farlo.

> -
> ---
> I molti partiti comunisti italiani
> che stanno a DX, al centro, a SX
> finiranno anche i denari di Draghi,
> il 31/10/2019
>

Il punto che tu non capisci
è che i denari di Draghi
vanno a TUTTI i paesi
eurozona in particolare alla Germania
e alla Francia.
Non si capisce perché tu
nomini solo l'Italia!
Guarda che quella è la BCE
e non la banca di Italia!!
Aggiornati:))
the F.O. 1 Lug 2017 12:45
Il Fri, 30 Jun 2017 13:28:21 -0700, attoreattore111 ha scritto:

> Il giorno venerdì 30 giugno 2017 15:24:39 UTC+2, the F.O. ha scritto:
>>
>>
>> Chi sa dirmi, come mai i cinesi esportano le *****e stealth, ma non
>> esportano i Su27 made in china?!
>>
>>
> A mio parere la Cina si è armata molto negli ultimi decenni perché teme
> il Giappone (un nemico storico) e soprattutto gli USA che sono dietro al
> Giappone.
> In particolare c'è da temere molto le tante basi USA nel Pacifico le
> tante portaerei e sommergibili.
La Cina ha una forza armata VETUSTA ed OBSOLETA, ha preso da qualche anno
ad aggiornarla senza alcuna ratio, copiando e prendendo un po' da tutti,
senza pianificare uno strumento militare profilato per implementare una
strategia.


>
> Cioè, se ho capito bene, mentre gli USA
>
> Se non ricordo male, solo l'URSS
>
L'URSS non esiste più dal 1991, c'è la CSI ma le repubblica più forte è
la ******* che dispone di potere aereo, missilistico, marina, satelliti e
finanzia azioni cyber. L'Ucraina aveva una flotta che è rientrata dentro
il controllo russo. Le repubbliche con suffisso "STAN" hanno
equipaggiamenti vetusti e sono il ventre molle della CSI.

Al momento non esiste una difesa anti-missile balistico efficace e
nessuna parla di SLABM.

La difesa antimissile russa S300/S400 vale solo per l'intorno di *******

Gli intercettori americani in Alaska così come l'aegis non è capace di
bloccare MIRV/MARV tutti poggiano sul fragile anello satellitare che non
è kessler safe.

iron curtain israeliana è vulnerabile agli EMP e non è capace di fermare
testate atomiche marv/mirv.

il progetto americano di difesa ABM per l'europa è una cagata perchè
tutti gli apparati sono vulnerabili alla sindrome di kessler.

I cinesi non hanno difesa ABM ma hanno sviluppato alcuni SLBM con ottimi
lanciatori dong feng (non hanno MARV) per disporre di una forza di
counter-strike perchè la seconda artiglieria cinese è tutta vulnerabile
(no na caso la stanno spostando sui treni, come i russi, durante la
guerra fredda e su SSBN).

Iran, nord Korea, Pakistan, India stanno facendo rapidi passi verso IRBM
e missili da crociera supersonici, pure i sauditi vogliono un deterrente
nucleare (le poche atomiche tattiche, non sono più sufficienti a
mantenere un equilibrio contro l'Iran)

Le uniche difese ABM non pienamente efficaci sono i sistemi antimissile
S300/S400 russi (per altro vulnerabili ad attacchi di droni wild weasel)

Non c'è traccia per adesso di studi e sviluppi di satelliti autodifensivi
e difese cinetiche con gli stessi lanciatori dong feng posti su SSBN.


>
> Quindi, se ho capito bene,
> per tutti gli altri ci sono, nei confronti degli USA i seguenti
> problemi:
>
> 1. Difendersi da lanci da parte di portaerei ecc così ravvicinati.
>
no se mai è il contrario, la strategia SEA DENIAL disabilita il ruolo
delle supercarrier, rendendo un conflitto nord korea VS USA un conflitto
che escalerebbe subito in partenza sul nucleare, prima di perdere tali
opzioni tattiche.


> 2. Riuscire a minacciare il suolo USA con missili, ma VICINI al
> territorio americano e non con missili intercontinentali che possono
> essere intercettati.
è l'esatto contrario, la difesa ABM americana mira ad intercettare
veicoli monotestata ma non è capace di bloccare sciami di mirv/marv
(russi o cinesi). La difesa da tale minaccia è il controattacco con
bombardieri e SLBM trident III


> In pratica se ho capito bene gli USA, dal punto di vista militare hanno
> l'enorme vantaggio di avere il loro territorio separato dal resto degli
> altri continenti da ben due oceani.
> Ed è questa enorme distanza che diventa un problema per un contrattacco.
>
è la ragione per cui agli USA, come disse il profeta Mearsheimer serve
una forte aviazione tattica ed una forte marina con deterrenza nucleare.


> Infatti la crisi dei missili a Cuba fu un modo da parte di Cuba per
> difendersi ma al tempo stesso, essendoci dietro l'URSS ecco che la
> situazione venne interpretata del tutto diversamente.
>
solo quando gelerà l'inferno, i cinesi metteranno piede su un secondo
c*****e di panama...


> Inoltre, come detto, gli USA hanno tante basi in giro per il mondo e le
> tante portaerei e sottomarini.
ne hanno di meno di quelle presenti nella guerra fredda e gli F35 sono
dei bidoni costosi che stanno seccando tutti gli altri sistemi d'arma.


> Ora non ho capito se la Cina si stia armando con le portaerei copiando
> così "lo stile" degli americani oppure con i missili intercontinentali o
> con entrambi.
La Cina per adesso fa parte di una coalizione contro l'URSS alias la CSI,
ma acquista armamenti dalla ******* che subisce continue broken arrow.

La scelta cinese d'esportare la sua ******* stealth made in cina, vuol dire
che il nerbo aereo cinese NON POGGERA' MAI SUL NERBO STEALTH. Al
contrario la Cina non esporta i suoi Sukoi retroingegnerizzati made in
Cina, con cui probabilmente costruirà il suo NERBO AEREO. La questione è
quanti e quali sukoi costruirà e se s*****erà risorse in inutili
supercarrier ******* skyjump oppure opterà per un dispositivo militare
ottimizzato per implementare una migrazione in Siberia.

Nel primo caso, si può dire che la Cina perderà la WWIII ed i defenders
risciranno a menare i cinesi. Altrimenti lo scivolamento verso la terza
restrizione è altamente probabile.


>
> In ogni caso a me gli USA fanno molta paura.
perchè sei un comunista di ******* ..



> Per questo io ipotizzo che quello sia stato un colpo di Stato. Cioè un
> modo per spingere al riarmo globale.
> Infatti gli USA da allora vennero percepiti come molto minacciosi e in
> grado di attaccare chiunque con una scusa qualsiasi.
> Questo implica che altri per difenderi sono costretti ad armarsi, quindi
> l'industria militare di parecchi paesi (vedi ******* ha buoni motivi per
> farlo.
>
gli ss 36 satan sono entrati in servizio nel 1976 ed i relativi sostituti
ss25 ed ss27 stanno già entrando in linea dal 1997.

I minuteman III americani sono in servizio dal 1966 e non c'è ancora un
nuovo lanciatore con altrettante MARV.

I trident III americani sono entrati in servizio nel 1990 e sono più
vecchi di 7 anni degli ss25/ss27.

Gli americani negli ultimi venti anni hanno investito troppo in armi
tattiche costosissime, tralasciando il rinnovo del loro arsenale
strategico.



--
-
---
I molti partiti comunisti italiani
che stanno a DX, al centro, a SX
finiranno anche i denari di Draghi,
il 31/10/2019
attoreattore111@gmail.com 2 Lug 2017 12:51
Il giorno sabato 1 luglio 2017 12:45:43 UTC+2, the F.O. ha scritto:
>
>
>
>>
>> In ogni caso a me gli USA fanno molta paura.
> perchè sei un comunista di ******* ..
>
>
Lasciamo da parte questi
insulti (d'altra parte
leggono pure altri interessati
al topic) e continuiamo col topic.
Il quale topic a questo FO interessa
poco, a questo imbecille interessa aggredire
il suo diretto interlocutore e basta.

Come dicevo, a me gli USA
fanno molta paura perché
dopo il settembre 2001 verso Dicembre
ecco che Bush fece uscire gli USA
unilateralmente dal famoso trattato
ABM.
Qui stiamo parlando di un trattato
voluto da Nixon verso la fine
degli anni Sessanta ed entrato in vigore,
se non ricordo male nel 1972.
ABM era prima di tutto una
filosofia per mantenere la pace.
Il famoso equilibrio del terrore.

Riassumo brevemente (NB: mi rivolgo
a tutti quelli che leggono perché
di questo FO se legge o meno non mi interessa,
ovvero non lo ritengo capace
di seguire certi ragionamenti)
cosa è questo ABM.

Quando USA e URSS furono entrambe
capaci di portare con razzi le testate
nucleari addirittura su ******* (gli USA)
e su Washington (l'URSS) divenne
urgente da parte di entrambe le super potenze
di dotarsi di una difesa capace
di intercettare questi missili intercontinentali.

Tuttavia ci si rese subito conto
del fatto che avere una difesa
ABM (https://it.wikipedia.org/wiki/Missile_anti-balistico)
si "rischiava" poi di
diventare dei facili aggressori.

Ovvero russi e americani si resero
conto che dal momento in cui
potevano proteggersi in modo perfetto
da ogni attacco nucleare, ecco che
sarebbero stati a maggior ragione
spinti a sferrare il cosiddetto primo colpo,
primo attacco nucleare.

Cioè tu lanci i tuoi missili intercontinentali
sul mio paese perché tanto LO SAI
che la mia risposta con altrettanti missili
la puoi intercettare, quindi NON TEMI
il mio contrattacco, la mia risposta,
la mia rappresaglia.

Il paradosso quindi fu proprio questo.
Più ci provava a difendersi da un primo
attacco in realtà più si era SPINTI
a portarlo questo primo attacco perché
non si temeva alcuna ritorsione.

In pratica la capacità di tipo ABM
andava ad annullare tutto il deterrente
di attacco dell'altro.
Capito bene questo meccanismo
ecco che USA e URSS siglarono
il più volte rivisto trattato ABM.

Questo fu senza dubbio il trattato
più importante perché poneva seri
limiti a entrambe di potersi
difendere da attacchi da parte
dell'altro, quindi DISSUADEVA
entrambe dallo sferrare il primo colpo.

Infatti, il problema urgente era
quello di ridurre a zero
la probabilità di sferrare il primo
colpo, perché una volta sferrato
poi non c'è più verso di fermarsi.

Questa filosofia venne messa
in discussione gia da Reagan
che parlava del famoso scudo stellare.
Tuttavia questi erano esperimenti
e Gorbaciov riuscii a trovare accordi,
accordi che poi tra Eltzin e Clinton
divennero ancora più importanti.

Venuta meno l'URSS si capii
che il problema per gli USA
non era il comunismo ma proprio
un paese (come la *******
in grado di poter portare
il primo attacco.

Va ricordato che il vice di Reagan
era G. Bush senior il quale
una volta divenuto presidente (
quindi stette per 12 anni
ininterrotti alla casa bianca
a comandare) pose le basi per
la rottura definitiva del trattato
ABM.
Clinton riuscii a ricucire, ma
una volta che il figlio (Bush junior)
arrivò alla casa bianca
ecco che nel dicembre del 2001 con
la scusa degli stati canaglia
rompe definitivamente con ABM
e questa filosofia, esce
dal trattato.
http://www.repubblica.it/online/mondo/bushnuclearedue/ritiro/ritiro.html
https://it.wikipedia.org/wiki/Trattato_anti_missili_balistici

Questa uscita unilaterale
ha fatto capire
che ALCUNI politici americani
non solo non vogliono la pace,
non solo non vogliono il disarmo
ma al contrario vogliono un riarmo
globale, una corsa globale agli armamenti.

E questo per soddisfare gli appetiti
dell'industria bellica di cui la famiglia
Bush è stata la principale rappresentante
con i 12 +8 anni alla casa bianca:il famoso
ventennio della famiglia Bush.

Questo spinse subito la ******* via via
a riarmarsi e soprattutto la Cina
a colmare ancora di piu il gap
con gli americani.

In pratica gli americani fecero
capire chiaro e tondo che per
loro la filosofia ABM era ormai
fuori moda, non importante.
E' come se Bush avesse detto:
io intanto mi costruisco
la difesa contro i vostri missili
intercontinentali, poi non vi preoccupate
che noi da qui non sferreremo
un primo attacco sicuri
di poter bloccare la rappreseglia.

Questo è il periodo delle torri
gemelle che cadono e solo pochi
denunciano che si trattò di un colpo
di Stato.
Questo è il periodo della NATO
in Afghanistan, che si trova
al confine con l'Iran
ma soprattutto vicinissimo alla
Cina, dove è possibile collocare
missili puntati su città cinesi.

Questo è il periodo dell'invasione
contro l'Iraq, della occupazione
militare del paese e della ROTTURA
del fronte europeo con Chirac e Schroeder
che si oppongono a questa deriva
da parte degli americani.

A questo punto gli americani
iniziano a fare paura, molta paura.
E non c'è bisogno né di essere
comunisti né di essere filorussi
o filocinesi.
C'è bisogno solo di essere razionali,
ragionevoli per aver paura
di un tale atteggiamento.


>>
> gli ss 36 satan sono entrati in servizio nel 1976 ed i relativi sostituti
> ss25 ed ss27 stanno già entrando in linea dal 1997.
>
> I minuteman III americani sono in servizio dal 1966 e non c'è ancora un
> nuovo lanciatore con altrettante MARV.
>
> I trident III americani sono entrati in servizio nel 1990 e sono più
> vecchi di 7 anni degli ss25/ss27.
>
> Gli americani negli ultimi venti anni hanno investito troppo in armi
> tattiche costosissime, tralasciando il rinnovo del loro arsenale
> strategico.
>
>
Non capisco a cosa
dovrebbe servirci tutta questa
elencazione di armi se
non si spiega (come ho fatto io sopra)
dove sta il nocciolo della faccenda
proprio a livello militare.

Mi sembra evidente che questo FO
non capisce nulla al riguardo e non fa altro
che imbottire di sigle, acronimi
e insulti il suo post.
Infatti il suo scopo non è quello
di ricercare insieme, di capire insieme
ma di aggredire il malcapitato di turno
che gli rivolge la parola.

In definitiva l'azione della
famiglia Bush è servita
per potenziare il commercio
di armi a livello mondiale
e invece di puntare all'equilibrio
puntare allo squilibrio, al timore,
al terrore. Cioè oggi Cina, *******
Iran e tanti altri temono un primo
attacco da parte USA e quindi
provano a correre ai ripari.

Ma per farlo investono tanto
del loro PIL in armamenti e COMPRANO
materiale anche da industrie USA.

Insomma, un affare planetario
per le industrie belliche americane,
europee e di altri paesi:
con un Trump
marionetta che si è gia messo
nella stessa scia e Pence
pronto a raccogliere l'eredità
della potentissima famiglia Bush.
the F.O. 2 Lug 2017 13:58
Il Sun, 02 Jul 2017 03:51:11 -0700, attoreattore111 ha scritto:


> Come dicevo, a me gli USA fanno molta paura perché dopo il settembre
> 2001 verso Dicembre ecco che Bush fece uscire gli USA unilateralmente
> dal famoso trattato ABM.
> Qui stiamo parlando di un trattato voluto da Nixon verso la fine degli
> anni Sessanta ed entrato in vigore,
> se non ricordo male nel 1972.
> ABM era prima di tutto una filosofia per mantenere la pace.
> Il famoso equilibrio del terrore.
>
l'equilibrio del terrore porta stabilità, non essendoci una possibilità
di vittoria in uno scontro strategico con armi nucleari, ma solo un
olocausto.


> Riassumo brevemente (NB: mi rivolgo a tutti quelli che leggono perché di
> questo FO se legge o meno non mi interessa,
> ovvero non lo ritengo capace di seguire certi ragionamenti)
> cosa è questo ABM.
>
> Quando USA e URSS furono entrambe capaci di portare con razzi le testate
> nucleari addirittura su ******* (gli USA)
> e su Washington (l'URSS) divenne urgente da parte di entrambe le super
> potenze di dotarsi di una difesa capace di intercettare questi missili
> intercontinentali.
>
> Tuttavia ci si rese subito conto del fatto che avere una difesa ABM
> (https://it.wikipedia.org/wiki/Missile_anti-balistico)
> si "rischiava" poi di diventare dei facili aggressori.
>
> Ovvero russi e americani si resero conto che dal momento in cui potevano
> proteggersi in modo perfetto da ogni attacco nucleare, ecco che
> sarebbero stati a maggior ragione spinti a sferrare il cosiddetto primo
> colpo,
> primo attacco nucleare.
>
No, se mai è l'esatto contrario!.

Infatti la difesa Anti Ballistic Missiles non è mai stata
sistematicamente implementata ne da USA ne da URSS, per altro vietata nei
trattati start per dare forza all'equilibrio del terrore ed evitare un
olocausto.

Per altro dato che gli ICBM hanno MIRV e MARV colpire tali veicoli in
fase di rientro, implica che il difensore deve disporre di un numero
d'intercettori di molto superiore al numero di missili del nemico
nell'ordine di 10 con costi esorbitanti e non generabili, per altro le
difese ABM in fase di rientro sarebbero annientate da EMP con esplosioni
in alta quota che aprirebbero la strada all'ondata massiccia di testate
oppure le difese del difensore sarebbero saturate con un lancio massivo.

Se mai fu la SDI americana che cercò di costruire uno scudo stellare
contro gli ICBM russi, senza per altro riuscirci. Ed erano i russi che
non volevano la SDI americana, temevano stupidamente che i loro missili
sarebbero stati in parte sterilizzati.


> Infatti, il problema urgente era quello di ridurre a zero la probabilità
> di sferrare il primo colpo, perché una volta sferrato poi non c'è più
> verso di fermarsi.
i SSBN oltre che sistema d'arma per il secondo colpo nucleare o per un
counter strike dopo aver subito un attacco nucleare, sono anche armi
usabili per un pre-emptive attack, ed impattano in meno dei 30minuti che
occorrono ad un ICBM per raggiungere il suo obiettivo.


> Venuta meno l'URSS si capii che il problema per gli USA non era il
> comunismo ma proprio un paese (come la *******
> in grado di poter portare il primo attacco.
>
non capisci proprio un *******

L'equilibrio del terrore non fu rotto dalla difesa ABM che non fu mai
implementata ne da URSS ne da USA, ma fu rotto dalla ******* con la classe
Tifone, capace di lanciare un massivo pre-emptive attack contro la NATO,
lasciando solo i SSBN americani e britannici per un counter strike perchè
bombardieri e minuteman sarebbero stati tutti annichiliti a terra. Il
dispiegamento in mare di tutti i Tifone sovietici avrebbe certamente
indotto gli USA ad attaccare per primi i sovietici, per evitare che la
NATO fosse annichilita. Ma poichè Gorbaciov era conscio che i russi
morivano di fame e non voleva scatenare un olocausto nucleare, accettò di
smontare e bloccare gli SSBN Tifone e poi firmò un trattato START che poi
dopo 3 anni, implicò il collasso dell'URSS e la nascita della CSI con un
cambio di paradigma che generò vari rigurgiti di comunisti russi invasati
che però non riuscirono perchè il popolo russo era stato conquistato
mente, cuore, pancia dal rock & roll+jeans+coca cola e dal lifestyle
occidentale ed il popolo russo non comprendeva perchè si dovesse spendere
il 70% del pil in armamenti.


> Va ricordato che il vice di Reagan era G. Bush senior il quale una volta
> divenuto presidente (
> quindi stette per 12 anni ininterrotti alla casa bianca a comandare)
> pose le basi per la rottura definitiva del trattato ABM.
> Clinton riuscii a ricucire, ma una volta che il figlio (Bush junior)
> arrivò alla casa bianca ecco che nel dicembre del 2001 con la scusa
> degli stati canaglia rompe definitivamente con ABM e questa filosofia,
> esce dal trattato.
> http://www.repubblica.it/online/mondo/bushnuclearedue/ritiro/ritiro.html
> https://it.wikipedia.org/wiki/Trattato_anti_missili_balistici
>
> Questa uscita unilaterale ha fatto capire che ALCUNI politici americani
> non solo non vogliono la pace,
> non solo non vogliono il disarmo ma al contrario vogliono un riarmo
> globale, una corsa globale agli armamenti.
>
> E questo per soddisfare gli appetiti dell'industria bellica di cui la
> famiglia Bush è stata la principale rappresentante con i 12 +8 anni alla
> casa bianca:il famoso ventennio della famiglia Bush.
>
> Questo spinse subito la ******* via via a riarmarsi e soprattutto la Cina
> a colmare ancora di piu il gap con gli americani.
>
> In pratica gli americani fecero capire chiaro e tondo che per loro la
> filosofia ABM era ormai fuori moda, non importante.
non so in che mondo vivi, ma il trattato START fu firmato da Regan e da
Gorbaciov, lo stesso Regan che aprì al progetto di SDI per coinvolgere
una corsa agli armamenti allo spazio i russi i quali morivano di fame e
Gorbaciov decise di sedersi al tavolo delle trattative.



> Questo è il periodo delle torri gemelle che cadono e solo pochi
> denunciano che si trattò di un colpo di Stato.
> Questo è il periodo della NATO in Afghanistan, che si trova al confine
> con l'Iran ma soprattutto vicinissimo alla Cina, dove è possibile
> collocare missili puntati su città cinesi.
>
> Questo è il periodo dell'invasione contro l'Iraq, della occupazione
> militare del paese e della ROTTURA del fronte europeo con Chirac e
> Schroeder che si oppongono a questa deriva da parte degli americani.
>
> A questo punto gli americani iniziano a fare paura, molta paura.
> E non c'è bisogno né di essere comunisti né di essere filorussi o
> filocinesi.
> C'è bisogno solo di essere razionali,
> ragionevoli per aver paura di un tale atteggiamento.
>
l'invasione dell'iraq rispose alla necessità di sukkiare petrolio
dall'iraq per non comprare petrolio dai petrolarabi i quali finanziavano
alkaida, in una fase in cui la ******* era sott'acqua ed allo sfacelo,
finendo per essere più pericolosa di quanto non lo fosse stata nell'era
della guerra fredda, dato che i russi vendevano ogni cosa a tutti, pur
d'arricchirsi a livello personale.


>
>
>> gli ss 36 satan sono entrati in servizio nel 1976 ed i relativi
>> sostituti ss25 ed ss27 stanno già entrando in linea dal 1997.
>>
>> I minuteman III americani sono in servizio dal 1966 e non c'è ancora un
>> nuovo lanciatore con altrettante MARV.
>>
>> I trident III americani sono entrati in servizio nel 1990 e sono più
>> vecchi di 7 anni degli ss25/ss27.
>>
>> Gli americani negli ultimi venti anni hanno investito troppo in armi
>> tattiche costosissime, tralasciando il rinnovo del loro arsenale
>> strategico.
>>
>>
> Non capisco a cosa dovrebbe servirci tutta questa elencazione di armi se
> non si spiega (come ho fatto io sopra)
> dove sta il nocciolo della faccenda proprio a livello militare.
>
i russi sono più militaristi degli americani, hanno rinnovato e stanno
ancora rinnovando il loro arsenale strategico dal 1997 mentre gli
americani non mettono mano ad un aggiornamento del loro arsenale
strategico dal 1966.







--
-
---
I molti partiti comunisti italiani
che stanno a DX, al centro, a SX
finiranno anche i denari di Draghi,
il 31/10/2019
attoreattore111@gmail.com 4 Lug 2017 22:41
Il giorno domenica 2 luglio 2017 13:58:47 UTC+2, the F.O. ha scritto:
>
>>
>> Ovvero russi e americani si resero conto che dal momento in cui potevano
>> proteggersi in modo perfetto da ogni attacco nucleare, ecco che
>> sarebbero stati a maggior ragione spinti a sferrare il cosiddetto primo
>> colpo,
>> primo attacco nucleare.
>>
> No, se mai è l'esatto contrario!.
>
>

Ripeto (mi rivolgo a tutti
in particolare)che la filosofia
ABM si fondava sul fatto
che si VOLEVA EVITARE a
uno dei due di sferrare il primo
colpo.
E questo primo colpo sarà
tanto più possibile quanto
maggiore è la capacità di
potersi difendere dalla rappresaglia.

Cioè se io LO SO che il paese x
non è in grado di rispondere
al mio attacco perché ho una ottima
difesa ABM (ammettiamo che ce l'ho perfetta)
ecco che non mi faccio problemi
a sferrare il primo attacco PERCHE'
tanto il nemico non può reagire
PERCHE' io ho la perfetta difesa ABM.

Quindi MENO forte è la difesa
ABM (magari limitata solo alla capitale per es.)
e più a me passa la voglia
di attaccare perché LO SO
che poi dovrò subire
la rappresaglia.

>
>Infatti la difesa Anti Ballistic Missiles non è mai stata
> sistematicamente implementata ne da USA ne da URSS, per altro vietata nei
> trattati start per dare forza all'equilibrio del terrore ed evitare un
> olocausto.
>
>
In realtà questa difesa esisteva
ed era limitata, venne anzi limitata
alla zona di ******* e gli USA, se non
ricordo male scelsero altre località:
vedasi il trattato ABM e le varie revisioni.

>
>
>Per altro dato che gli ICBM hanno MIRV e MARV colpire tali veicoli in
> fase di rientro, implica che il difensore deve disporre di un numero
> d'intercettori di molto superiore al numero di missili del nemico
> nell'ordine di 10 con costi esorbitanti e non generabili, per altro le
> difese ABM in fase di rientro sarebbero annientate da EMP con esplosioni
> in alta quota che aprirebbero la strada all'ondata massiccia di testate
> oppure le difese del difensore sarebbero saturate con un lancio massivo.
>
>
All'epoca stavano
RICERCANDO su un sistema
capace di INTERCETTARE un ICBM
a pochi minuti dal lancio proprio
per risolvere il problema di
dover beccare testate multiple.

Una volta che uno dei due (tra usa e urss)
fosse arrivato a possedere questo
sistema (il famoso scudo spaziale)
ecco che avrebbe reso praticamente
insignificante tutto l'arsenale
ICBM dell'altro e avrebbe potuto
sferrare il primo colpo.
>
>
Se mai fu la SDI americana che cercò di costruire uno scudo stellare
> contro gli ICBM russi, senza per altro riuscirci. Ed erano i russi che
> non volevano la SDI americana, temevano stupidamente che i loro missili
> sarebbero stati in parte sterilizzati.
>
>
>

Appunto!
L'ho appena scritto sopra.



> Infatti, il problema urgente era quello di ridurre a zero la probabilità
>> di sferrare il primo colpo, perché una volta sferrato poi non c'è più
>> verso di fermarsi.
> i SSBN oltre che sistema d'arma per il secondo colpo nucleare o per un
> counter strike dopo aver subito un attacco nucleare, sono anche armi
> usabili per un pre-emptive attack, ed impattano in meno dei 30minuti che
> occorrono ad un ICBM per raggiungere il suo obiettivo.
>
>
>> Venuta meno l'URSS si capii che il problema per gli USA non era il
>> comunismo ma proprio un paese (come la *******
>> in grado di poter portare il primo attacco.
>>
> non capisci proprio un *******
>
> L'equilibrio del terrore non fu rotto dalla difesa ABM che non fu mai
> implementata ne da URSS ne da USA,
>
>

Il trattato ABM del 1972 (rivisto
diverse volte) sta li
a TESTIMONIARE che il problema
principale per USA e URSS
era bloccare l'ABM, unica
arma in grado di rompere
l'equilibrio del terrore.
Ci sono i trattati, è STORIA!!
>
>
>ma fu rotto dalla ******* con la classe
> Tifone, capace di lanciare un massivo pre-emptive attack contro la NATO,
> lasciando solo i SSBN americani e britannici per un counter strike perchè
> bombardieri e minuteman sarebbero stati tutti annichiliti a terra. Il
> dispiegamento in mare di tutti i Tifone sovietici avrebbe certamente
> indotto gli USA ad attaccare per primi i sovietici, per evitare che la
> NATO fosse annichilita. Ma poichè Gorbaciov era conscio che i russi
> morivano di fame
>
>
Il trattato ABM risale
all'epoca dove Gorbaciov
non era nessuno in URSS,
parliamo del 1972!!
La storia seguente,
quella del crollo sovietico
a cosa dovrebbe mai interessarci
in questo contesto?
Il crollo dell'URSS
fu un fatto interno.

Era una popolazione
piena di alcolizzati,
una popolazione che era NATA
col comunismo e lo voleva
cambiare perché visto come
un sistema limitante.
Una popolazione che non era
più quella che aveva fatto
la rivoluzione d'Ottobre.
Una popolazione che una volta
venuta a contatto col mondo occidentale
(grazie alle riforme di Gorbaciov)
a maggior ragione si rese
conto che VIVEVANO MALE,
non potevano aspirare ad un arricchimento
e tanto altro.

Inoltre c'era la criminalità,
la mafia russa gia in azione.
Inoltre c'erano le repubbliche
che volevano la indipendenza
da ******* ******* con la scusa del comunismo
aveva in realtà il dominio
su parecchi altri Stati.
Ancora oggi i russi hanno questa
tendenza a voler fagocitare
gli Stati confinanti: vedi Putin
che invade la Crimea e l'annette.

E bene ha fatto Obama ad inviare
tante forze sui confini di altre
repubbliche visto che STORICAMENTE
i russi si sentono i padroni
di quell'area e non sono interessati
a rispettare i confini.

>>
>> E questo per soddisfare gli appetiti dell'industria bellica di cui la
>> famiglia Bush è stata la principale rappresentante con i 12 +8 anni alla
>> casa bianca:il famoso ventennio della famiglia Bush.
>>
>> Questo spinse subito la ******* via via a riarmarsi e soprattutto la Cina
>> a colmare ancora di piu il gap con gli americani.
>>
>> In pratica gli americani fecero capire chiaro e tondo che per loro la
>> filosofia ABM era ormai fuori moda, non importante.
> non so in che mondo vivi, ma il trattato START fu firmato da Regan
>
>
Il VICE di Reagan fu Bush per otto
anni il quale continuò senza soluzione
di continuità a comandare alla
casa bianca diventando presidente.
Bush senior ebbe il maggior ruolo
in tutto questo.
E le "gesta" del figlio
hanno dimostrato questa
famiglia cosa ha in mente,
come agisce e cosa vuole per
il proprio paese.

>>
>> Questo è il periodo dell'invasione contro l'Iraq, della occupazione
>> militare del paese e della ROTTURA del fronte europeo con Chirac e
>> Schroeder che si oppongono a questa deriva da parte degli americani.
>>
>> A questo punto gli americani iniziano a fare paura, molta paura.
>> E non c'è bisogno né di essere comunisti né di essere filorussi o
>> filocinesi.
>> C'è bisogno solo di essere razionali,
>> ragionevoli per aver paura di un tale atteggiamento.
>>
> l'invasione dell'iraq rispose alla necessità di sukkiare petrolio
> dall'iraq per non comprare petrolio dai petrolarabi i quali finanziavano
> alkaida,
>
>
Per capire a chi
è servita quella guerra
basta vedere quante armi
vendettero in piu
le varie industrie belliche USA.
Basta vedere A QUALI AZIENDE
venne affidata la ricostruzione,
A QUALI PETROLIERI vennero affidati
parte dei pozzi di petrolio, lo sfruttamente
dello stesso ecc.


>>
> i russi sono più militaristi degli americani, hanno rinnovato e stanno
> ancora rinnovando il loro arsenale strategico dal 1997 mentre gli
> americani non mettono mano ad un aggiornamento del loro arsenale
> strategico dal 1966.
>
>

Ma questo perché gli Stati Uniti hanno ormai concluso la riduzione dei missili
balistici intercontinentali Minuteman III, secondo quanto stabilito dai trattati
di non proliferazione, portandoli da 450 a 400.

La riduzione della forza missilistica strategica fissa, sarà completata a
breve. Al 14 marzo scorso, l'Air Force manteneva pronti al lancio 406 missili
Minuteman. Lo scorso gennaio l’Aeronautica Militare statunitense ha
denuclearizzato 30 bombardieri B-52H.

Nel 2014, l'amministrazione Obama comunicò la postura strategica in conformità
al New Strategic Arms Reduction Treaty che Stati Uniti e ******* sugellarono nel
2010. Oltre ai meccanismi di verifica non contemplati nei precedenti trattati,
il New Start stabilisce una nuova riduzione degli asset strategici, pari al 30%
dell’arsenale nucleare.

Donald Trump avrebbe criticato i parametri dell’accordo sulla riduzione delle
armi nucleari strategiche nella sua prima telefonata da presidente avvenuta con
Vladimir Putin, definendolo svantaggioso per gli Stati Uniti.

Lo scorso dicembre su Twitter, Trump promise che avrebbe rafforzato la capacità
nucleare Usa dopo quel “cattivo accordo negoziato”.

In realtà è già in atto una strategia a lungo termine per modernizzare
l’intera triade strategica statunitense per un costo che potrebbe sfiorare i
mille miliardi di dollari per i prossimi trent’anni. Trump ha ordinato una
revisione totale della postura strategica, compreso il nuovo piano di
modernizzazione voluto da Obama. Il Pentagono si esprimerà entro la fine del
prossimo anno.


Nel 1963 la forza Icbm statunitense raggiunse i 597 missili pronti al lancio,
portati a mille nel 1966. Il numero è stato poi ridotto gradualmente fino a 450
nel 1991. Tutti i presidenti da Lyndon Johnson in poi, hanno proceduto a ridurre
l’arsenale strategico. Nonostante tutto, la capacità nucleare statunitense
resta superiore a quella di Gran Bretagna, Cina, Francia, India, Israele, Corea
del Nord e Pakistan messe assieme.

I 700 lanciatori del trattato New START
Secondo quanto stabilito nel 2010 dalla Nuclear Posture Review, gli Stati Uniti
rimoduleranno la triade in base al New Strategic Arms Reduction Treaty. Entro il
5 febbraio del 2018, gli Stati Uniti avranno 700 lanciatori strategici schierati
ed altri cento in riserva.

Componente strategica terrestre:

A breve gli Stati Uniti avranno ufficialmente 400 ICBM Minuteman III nei silos
del Wyoming, North Dakota e Montana sempre pronti al lancio. Ogni missile
trasporta una singola testata da 300 kilotoni. Altri 50 missili sono stati posti
in riserva. I 50 silos smantellati saranno mantenuti a caldo, cioè
preserveranno la loro capacità di lancio.
Sulla flotta Minuteman III, in base ai trattati di non proliferazione, è già
stata rimossa la capacità Mirv/Marv per quattro testate a rientro multiplo
indipendente. Boeing collabora con l'Air Force dal 1958 alla progettazione,
assemblaggio e verifica del sistema Minuteman. Il sistema d’arma, entrato in
servizio nel 1970, difficilmente riuscirà a sopravvivere alle difese aeree
nemiche in linea dal 2030. La posizione geo-localizzata è il principale nemico
della componente strategica terrestre in un attacco preventivo, ma rappresenta
la componente fondamentale della Distruzione mutua assicurata.

Componente strategica aerea:

La componente strategica aerea americana si basa sulla capacità di infiltrare,
in territorio nemico, bombardieri a bassa osservabilità equipaggiati con asset
nucleari. Il First Strike è demandato al bombardiere B-2 (in attesa del Long
Range Strike-Bomber, in servizio dal 2025), ma la potenza conferita da una
occasionale azione di attacco di un sistema d’arma a bassa osservabilità, non
garantirebbe la sconfitta del paese nemico. Per la componente aerea, il problema
è di natura concettuale: un velivolo è fortemente limitato dalle sue
dimensioni. I sistemi nucleari aviotrasportati andrebbero visti come la
capacità di utilizzare delle armi tattiche o micro-tattiche con potenza
scalabile per singole missioni che non richiedono una proiezione strategica
standard.

Secondo gli accordi sul disarmo, l’Air Force manterrà 60 bombardieri pesanti
dispiegati con capacità nucleare. La flotta strategica è composta da 19 B-2A e
41 B-52H, passando da 93 a 60 piattaforme con capacità nucleare. 30 B-52H sono
stati riconvertiti per ruoli convenzionali, sei posti in riserva. L’intera
linea supersonica Rockwell International B-1B Lancer è stata denuclearizzata.

Componente strategica sottomarina

Il Dipartimento della Difesa sta procedendo alla rimozione di 56 tubi di lancio
dalla flotta strategia Ohio portando il numero a 20 missili Trident II ad
unità, pari a 240 Slbm dispiegati e 40 in riserva. Complessivamente, la forza
Slbm passa da 336 a 280 missili. Approssimativamente, i sottomarini balistici
trasportano oggi 890 testate. 506 testate W76/Mk4A da 100 Kt per la linea
morbida di attacco ed 384 testate pesanti W88 / MK5 da 455 Kt. I missili Trident
II trasportano mediamente una media di quattro-cinque W76-1 testate ciascuno.
Tuttavia, ogni missile potrebbe trasportarne fino ad un massimo di dodici.

In base ai nuovi accordi, gli Stati Uniti manterranno in servizio 700 lanciatori
ed altri cento in riserva pari ad un arsenale strategico complessivo di 1.550
testate a diverso rendimento.

Ma il punto fondamentale da capire bene è che
gli USA come la ******* non hanno
mai avuto e mai avranno alcun interesse
a scontrarsi con armi nucleari.
Loro hanno sempre puntato a spartirsi
il pianeta e questo lo stiamo vedendo in Siria.

La cosa incredibile è che se
si va indietro nel tempo si noterà
come MAI russi e americani si sono
fatti la guerra. MAI!
La germania contro la *******
francesi contro tedeschi, inglesi
contro tedeschi ecc.
In Europa è avvenuto, per secoli,
di tutto, una infinità di scontri,
anche tra francesi e inglesi (guerra
dei 7 anni a metà Settecento) ma
MAI uno scontro tra russi e americani
che anzi sono stati ALLEATI!

Se ci sono tanti armamenti strategici
da parte degli USA non è per
contrastare chissà quale attacco
cinese o russo ma SPENDERE soldi
per darli agli amici del complesso militare
industriale.

Ai militari americani quello
che serve DAVVERO sono le portaerei,
i sottomarini, i carri armati, i
caccia ecc.
Cioè tutto quello che serve
per occupare un paese che non
sia la ******* o la Cina,
come hanno fatto a partire
dal 2001, Afghanistan, Iraq,
Libia, Siria.
E ANCORA continua in Afghanistan
in particolare.
Parliamo di un paese (gli USA)
che è stato costantemente in guerra
contro qualcuno.
Ed è ovvio che altri (i cinesi, gli iraniani
ecc) prendano delle precauzioni:

http://informare.over-blog.it/2015/02/gli-stati-uniti-sono-stati-in-guerra-222-anni-su-239-che-esistono-come-stato.html
the F.O. 5 Lug 2017 14:38
Ripeti quello che io ti ho spiegato e rilanci con *****ate prive di senso.

Vai a studiarti le caratteristiche di un SSBN Tifone e di cosa portava in
rapporto ad un SSBN americano.

Poi già che ci sei, vai a vedere anche su Wikipedia che i russi sono
molto più militaristi degli americani, i russi hanno rinnovato e stanno
ancora rinnovando il loro arsenale strategico dal 1997 mentre gli
americani non mettono mano ad un aggiornamento del loro arsenale
strategico dal 1966.

gli ss 36 satan sono entrati in servizio nel 1976 ed i relativi sostituti
ss25 ed ss27 stanno già entrando in linea dal 1997.

I minuteman III americani sono in servizio dal 1966 e non c'è ancora un
nuovo lanciatore con altrettante MARV.

I trident III americani sono entrati in servizio nel 1990 e sono più
vecchi di 7 anni degli ss25/ss27.


--
-
---
I molti partiti comunisti italiani
che stanno a DX, al centro, a SX
finiranno anche i denari di Draghi,
il 31/10/2019
attoreattore111@gmail.com 5 Lug 2017 18:48
Il giorno mercoledì 5 luglio 2017 14:38:38 UTC+2, the F.O. ha scritto:
> Ripeti quello che io ti ho spiegato e rilanci con *****ate prive di senso.
>
> Vai a studiarti le caratteristiche di un SSBN Tifone e di cosa portava in
> rapporto ad un SSBN americano.
>
>
In effetti quando entrarono
in acqua i sottomarini nucleari
della classe tifone questi diedero
parecchi problemi alla NATO.
Non era facile agganciarli col sonar
ed era difficilissimo (se colpiti)
distruggerli.

Questo fatto però non ha mai
fatto pensare ai sovietici
di poter sferrare il primo attacco.
Infatti la rappresaglia NATO
ci sarebbe stata e i sovietici
non l'avrebbero potuta fermare.

Infatti il trattato ABM serviva
proprio ad evitare il primo colpo.

Penso che questa classe di sottomarini
sia rimasta nell'immaginario di chi ama
giocare ai soldatini per questo famoso
film:
https://it.wikipedia.org/wiki/Caccia_a_Ottobre_Rosso

Il sottomarino del film è proprio uno
della classe tifone.
>
>
>Poi già che ci sei, vai a vedere anche su Wikipedia che i russi sono
> molto più militaristi degli americani,
>
>
Un paese più militarista
degli USA, a mio parere, sul pianeta
terra non esiste.
E non tanto e solo per le ultime invasioni
di Afghanistan, Iraq, Libia, Siria ecc.

Ma perché sono praticamente sempre stati
in guerra, QUASI ogni anno:
http://informare.over-blog.it/2015/02/gli-stati-uniti-sono-stati-in-guerra-222-anni-su-239-che-esistono-come-stato.html

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Le discipline economiche | Tutti i gruppi | it.economia | Notizie e discussioni economia | Economia Mobile | Servizio di consultazione news.