Le discipline economiche
 

C'è qualche partito politico che si è lamentato de=?UTF-8?Q?l_recente_salvataggio_delle_banche??

attoreattore111@gmail.com 27 Giu 2017 13:55
http://www.huffingtonpost.it/2017/01/06/blog-rimborso-venete_n_14001512.html

Non riesco a trovare
nessuna dichiarazione di
partiti, leader ecc (portavoce)
che si lamentano del recente
salvataggio di veneto banca
e popolare di vicenza.

In particolare ho notato, vedi link
sopra, che pure Grillo voleva
salvare gli azionisti, cioè gente (aziende)
che investe e SA CHE RISCHIA
e questi non sono risparmiatori ovviamente.

Se ho capito bene allora, Grillo
e Casaleggio all'epoca furono ingaggiati
da Letta zio e nipote rispettivamente
per conto di Berlusconi e del PD.

Poi ci fu il famoso incontro all'ambasciata
dove si dovette decidere (per garantire
Grillo) di avere Enrico Letta come premier.

A Grillo ovviamente saranno andati
chissà quanti fiumi di denaro e così
a Casaleggio. Con questi soldi Grillo
e Casaleggio hanno iniziato a pagare le spese
dei vari club sparsi per l'Italia fino
ad avere una Raggi a Roma dove abbiamo visto
chi ha portato al governo della città
ed attualmente dovrà subire un processo.

I vari Di Maio e compagni sono dei giovani
ormai ubbidienti al capo (perché Casaleggio
nel frattempo è scomparso) indottrinati
e chissà quante gliene racconta Grillo
per convincerli.
Infatti a Roma parte del movimento
si dissociò dalla Raggi perché
aveva capito il doppio gioco di Grillo.

PERCHE' GRILLO HA ACCETTATO?
A questa domanda ho risposto gia
altre volte. Ma meglio rispondere di nuovo.

1. Dopo la crisi economica del 2008
anche Grillo e Casaleggio hanno PERSO
chissà quanti soldi investiti, da qui
il bisogno di rifarsi.

2. Per rifarsi Grillo prima
di tutto fa il suo lavoro di comico
e nota che quando inizia a toccare i temi
politici (come faceva gia negli anni Ottanta
da Pippo Baudo) ecco che fa il tutto esaurito.
Quindi Grillo DECIDE che per guadagnare
più soldi deve fare questo tipo di comicità,
cioè prendere di mira l'intera classe politica.

3. Dall'incontro con Casaleggio e la famiglia
Letta, nasce l'idea di mettere su un partito
capace di raccogliere il malcontento
con i SEGUENTI OBIETTIVI:

3a) Riportare subito al voto tutti
quegli italiani che non hanno piu
intenzione di votare ne Berlusconi ne il PD.

3b) Riportare subito quegli italiani
che hanno abbandonato i talk show tv
e la tv in genere (per usare prevalentemente
internet) davanti alle TV, sia pubblica che commerciale.

Questo è importante per le aziende
italiane che hanno bisogno di pubblicità
e su internet non si trovano gli spazi.

3c) Fare FINTA OPPOSIZIONE in caso
di vittoria alle elezioni per evitare
di dover governare e quindi dover mantenere
le promesse.

In relazione al punto 3a Grillo
ha organizzato parecchi comizi di piazza
e il sito. Al riguardo è stato
sicuramente mosso anche dalla consapevolezza
che il malcontento sarebbe potuto
sfociare in manifestazioni violente
che lui avrebbe quindi evitato.

Per quanto riguarda il punto 3b
la strategia fu quella
di CONVINCERE chi aveva GIA
abbandonato la tv e i talk
show, e per farlo Grillo
VIETO' a tutti i suoi
di andare in TV.
In questo modo tutti coloro
che avevano abbandonato la TV
si convinsero che Grillo
stava dalla loro parte
e che il futuro sarebbe stata
una serie di c*****i tv su internet.

Grillo poi, una volta al potere
coi suoi parlamentari, via via
mese dopo mese ha mandato i suoi
in TV.
In questo modo TUTTI coloro
che avevano abbandonato la tv
e i talk politici pur di vedere
GRILLO in tv o i grillini
sono RITORNATI davanti alla tv.

All'inizio ci furono poche interviste
di grillini nei tg, in qualche talk,
ma non bastava ad attirare tutta
la gran massa di quelli
che votarono per Grillo.

Quindi Grillo decise di ANDARE
LUI DIRETTAMENTE in tv.
E scelse Bruno Vespa (suo vecchio
amico).
In questo modo COSTRINSE
praticamente TUTTI gli elettori
del movimento a seguire
Vespa.
Vespa via via inviterà sempre piu
grillini alla sua trasmissione,
così altre trasmissioni
e nel giro di pochi anni
chi era traghettato definitivamente
sul web abbandonando la TV
anche perché non si sentiva
rappresentato (cioè NON aveva
per chi tifare durante il talk)
ecco che ora NORMALMENTE
accende la tv, segue i vari
talk politici e TIFA
per il grillino
che litiga con quello
del PD o di altri partiti.

Nel frattempo questo pubblico
ritrovato SI GUARDA la pubblicità.

Quindi MISSIONE COMPIUTA!

Il punto 3c è stato il capolavoro
direi di Grillo e Casaleggio.
Quando Bersani (che IGNORAVA
tutto questo complotto della famiglia Letta
ecc) chiese a Grillo di fare
il governo insieme, Grillo
rispose come segue:
http://www.ilfoglio.it/articoli/2013/02/27/news/grillo-bersani-morto-che-parla-bersani-venga-a-dirmelo-in-parlamento-55253/

Grillo in pratica
poteva CONTROLLARE il governo
poteva dare e togliere la fiducia,
avere ministri, realizzare
il programma, ma non volle.
A un certo punto iniziò a dire
che al governo ci sarebbe
andato solo se prendeva il 50 per cento
e cioè MAI.

A mio parere solo
con cittadini che a scuola
studiano bene la storia
degli ultimi decenni,
il diritto e l'economia
si può evitare di cadere
nelle reti della propaganda.
ilChierico 4 Lug 2017 16:08
On 27/06/2017 13:55, attoreattore111@gmail.com wrote:

> Non riesco a trovare
> nessuna dichiarazione di
> partiti, leader ecc (portavoce)
> che si lamentano del recente
> salvataggio di veneto banca
> e popolare di vicenza.

Emiliano ha detto che non votera' l'inciucio salva-banche
truffa-risparmiatori, se ti interessa.
attoreattore111@gmail.com 4 Lug 2017 19:50
Il giorno martedì 4 luglio 2017 16:18:02 UTC+2, ilChierico ha scritto:
> On 27/06/2017 13:55, attoreattore111@gmail.com wrote:
>
>> Non riesco a trovare
>> nessuna dichiarazione di
>> partiti, leader ecc (portavoce)
>> che si lamentano del recente
>> salvataggio di veneto banca
>> e popolare di vicenza.
>
> Emiliano ha detto che non votera' l'inciucio salva-banche
> truffa-risparmiatori, se ti interessa.
>
>
Grazie per l'informazione
l'ho appena letto:
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2017-07-03/banche-venete-emiliano-avverte-cosi-decreto-e-invotabile-182403.shtml?uuid=AE0TaYqB

Tra le altre cose ho visto
anche un intervento di Di Maio
sul blog di Grillo su questo
argomento.

Tuttavia c'è qualcosa
che non quadra per nulla.
Infatti nei giorni PRECEDENTI
al decreto e nel giorno del
consiglio dei ministri che lo
ha votato e il giorno dopo,
NESSUNO ha detto nulla.
Ed è questo molto strano.

Tu sai che quel decreto
è entrato in vigore e avrà
validità per 60 giorni.
Se anche il Parlamento
non lo approva loro ne ripresenteranno
un altro con qualche cambiamento
formale, e così stanno a posto
per altri 60 giorni.

Poi è probabile che faranno
una legge più ampia o la legge
di bilancio, METTERANNO LA FIDUCIA
ed ecco che il decreto diventa
legge.
Questa ormai è una tattica
vecchia quanto la repubblica.
Una tattica che conviene agli stessi
partiti di maggioranza per lavarsene
le mani e dire: non potevamo far
cadere il governo.

Inoltre Emiliano ha detto
una cosa che mi appare
contraddittoria.
Lui dice che bisogna salvare
altri azionisti poi però
dice che lo Stato ha tirato
fuori troppi soldi.
Ma Emiliano deve chiarire,
cioè deve spiegare come fa
a dare altri soldi ad altri
azionisti senza tirare fuori
altri soldi.

Quindi è evidente che lui
fa una finta opposizione interna
al partito per contentare
chi sta dalla parte degli azionisti
e chi invece è contrario
a questi salvataggi.

Lo dimostra il fatto che Emiliano
non ha parlato di nazionalizzare
completamente queste due banche e lasciarle
allo Stato.
Ha detto solo che lo Stato
doveva diventarne azionista
per poi RIVENDERE. Cioè lui
ragiona sempre nell'ottica
della privatizzazione, che
il privato è migliore, con
tutto che questi privati
hanno fatto fallire il Paese
sia dal punto di vista finanziario
che industriale.

Io penso che per capire
a fondo la situazione politica
italiana bisogna tenere SEMPRE
presente il processo Enimont:
https://it.wikipedia.org/wiki/Processo_Enimont

In questo processo è stato chiarito
come i politici erano al servizio
di alcuni privati, imprese, e
hanno operato per spartirsi i soldi
statali.
Al privato va l'azienda pubblica al politico
la tangente.
Ancora oggi funziona così, cioè al privato
va l'appalto al politico la tangente.

Penso che i politici italiani, quelli
cioè che non erano ******* all'epoca
della guerra, si sono venduti un po'
tutti a questa logica del profitto
personale e dei privati.
Probabilmente se il declino e le privatizzazioni
in Italia tardarono a venire fu per
l'elettorato del PCI che
non le avrebbe mai accettate.

Ma dopo il 1989 con la scusa
del crollo dell'URSS questo stesso
PCI diede il via libera sapendo
che l'elettorato avrebbe ora accettato.

I politici onesti potevano
essere i vari De Gasperi, gran
parte dei membri dell'assemblea
costituente, Pertini, Longo e altri
che videro e subirono la guerra, quindi
agirono davvero per il bene comune
mettendo da parte il tornaconto
personale.
Ma gia nei primi anni Sessanta
con il boom economico, via via
ognuno vuole la sua fetta
e per contrastare il comunismo
ecco che anche politici onesti
si lasciano andare a finanziamenti
vari, di privati che vogliono
il favore, l'appalto ecc.

Craxi è stato il culmine
di questo andazzo. Ovvero lui
pur di avere i voti per poter formare
un governo con la DC ecco
che si accorda (e non solo lui)
con diversi privati per avere
finanziamenti, tangenti personali
ecc.
Cioè questi per sentirsi
con la coscienza a posto dicevano
che lo facevano per non far vincere
i comunisti, quindi da qui
le tangenti per finanziare le campagne
elettorali, fare favori ecc.

In realtà noi sappiamo che il PCI
dopo che accettò la NATO (nel 1974 se
non ricordo male) non costituiva
nessun problema se al governo.
Tanto è vero che Moro voleva
cambiare, voleva un governo col PCI.
Ma sappiamo che fine fece Moro.

Meno male che abbiamo una Costituzione
lunga e rigida, tale da non permettere
neppure a un Berlusconi megalomane
facili cambiamenti.
E' stato solo grazie a questo genere
di costituzione (adottata anche in altri
Paesi europei dopo la seconda guerra mondiale)
se in Italia non abbiamo avuto
una dittatura nascosta e parecchi diritti
vengono rispettati.
radicale.001@gmail.com 5 Lug 2017 15:18
Il giorno martedì 4 luglio 2017 16:18:02 UTC+2, ilChierico ha scritto:
> On 27/06/2017 13:55, attoreattore111@gmail.com wrote:
>
>> Non riesco a trovare
>> nessuna dichiarazione di
>> partiti, leader ecc (portavoce)
>> che si lamentano del recente
>> salvataggio di veneto banca
>> e popolare di vicenza.
>
> Emiliano ha detto che non votera' l'inciucio salva-banche
> truffa-risparmiatori, se ti interessa.

mo so ******* tua : t' attacca con un pippone di 15.000 righe :-)

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Le discipline economiche | Tutti i gruppi | it.economia | Notizie e discussioni economia | Economia Mobile | Servizio di consultazione news.