Le discipline economiche
 

il significato di base delle imposte

radicale.001@gmail.com 23 Mag 2017 13:52
esse sottraggono potere d' acquisto dall' arbitrio dei
privati e lo trasformano in potere d'acquisto deciso
a livello politico.

Ossia esse RIDUCONO il potere dei privati e AUMENTANO
il potere dello Stato. Cè poco da fare.

Ecco perchè esse sono invise ai liberali e sono amate
dalle sinistre.
mario 27 Mag 2017 08:24
Il giorno martedì 23 maggio 2017 13:52:52 UTC+2, radica...@gmail.com ha
scritto:
> esse sottraggono potere d' acquisto dall' arbitrio dei
> privati e lo trasformano in potere d'acquisto deciso
> a livello politico.
>
> Ossia esse RIDUCONO il potere dei privati e AUMENTANO
> il potere dello Stato. Cè poco da fare.
>
> Ecco perchè esse sono invise ai liberali e sono amate
> dalle sinistre
per una crescita economica, pubblica e/o privata, occorre che avvenga il
contrario ! ma questo potere decisionale ce l'ha solo legalmente stato mentre il
privato se lo deve prendere con scioperi & rivolte, purtroppo è ciò che non
avviene solo in italia.
attoreattore111@gmail.com 27 Mag 2017 13:27
Il giorno sabato 27 maggio 2017 08:24:09 UTC+2, mario ha scritto:
>
> per una crescita economica, pubblica e/o privata, occorre che avvenga il
contrario ! ma questo potere decisionale ce l'ha solo legalmente stato mentre il
privato se lo deve prendere con scioperi & rivolte.
>
>
Mi sono convinto che questa
dicotomia in senso negativo
tra pubblico e privato,
dove pubblico è brutto e cattivo
mentre privato è bello e buono
sia solo propaganda.
Una propaganda utilissima
ad ALCUNI PRIVATI che si sono
di fatto impadroniti del pubblico,
cioè dello Stato.

Anche i giusnaturalisti
dell'età moderna (vedi Hobbes, Locke ecc)
pensavano allo Stato in senso molto
positivo.
Sto cioè citando filosofi (vedi Locke
per es.) che sono ritenuti
essere i padri del liberalismo.

Ovvero, questi parlavano di diritto naturale
in contrapposizione al diritto positivo,
dove quest'ultimo è inteso come insieme
di leggi fatte dagli esseri umani
e nulla di piu.
Questi giusnaturalisti invece pensavano
che ci fossero dei diritti propri
dell'uomo validi in ogni epoca
e in ogni luogo.
Per es. il diritto alla vita,
alla libertà, alla proprietà ecc.

E tuttavia, Hobbes per es.
era a favore del sovrano assoluto.
Locke era a favore di una monarchia
parlamentare ecc.
A nessuno di questi liberali veniva
in mente di dire che lo Stato era
cosa negativa, anzi, era cosa di
fondamentale importanza, dove
i cittadini stipulano un contratto
e mettono su quindi lo Stato.

Se così non si fa ecco che
andrà a valere la legge della giungla,
cioè la legge del piu forte.

Per es. se nessuno paga le tasse,
cioè se non si fa una sorta di colletta
per istituire un corpo di polizia,
ecco che alla fin fine quando tu
o io, usciamo per la strada, possiamo
essere picchiati, rapiti, uccisi, e NESSUNO
ci potrà proteggere.

L'unica, per me e te, in un ambiente
del genere è quella di provare
a mettere su una banda bene armata
e andare in giro con questi
e così possiamo proteggerci meglio
da altre bande.
Ti lascio immaginare per es.
come potremo vivere sereni io e
te e la nostra banda in Sicilia per es:))

Insomma, queste considerazioni
b*****i appena fatte sopra
e tante altre dello stesso
genere fanno capire che noi
tutti abbiamo bisogno dello Stato
altrimenti non hai la civiltà
ma la giungla.
E inoltre lo Stato per essere
realizzato (a meno che non si voglia
uno Stato come insieme di leggi
scritte sulla carta e basta)
ha bisogno di SOLDI, di tanti soldi.

Ma CHI deve mettere questi soldi?
La cosa più ovvia è quella di fare
in modo tale che lo Stato possa
avere delle imprese, cioè delle aziende
proprie i cui azionisti quindi sono TUTTI
i cittadini, i quali ricevono
in cambio i SERVIZI, cioè la polizia,
i giudici, l'esercito, i vigili urbani
ecc ecc.

Ma uno Stato che ha aziende
non piace ad ALCUNI PRIVATI
perché uno Stato del genere
può fare concorrenza.
Per es. le tv pubbliche facevano
e fanno concorrenza alle tv private
a quelle di Berlusconi in particolare.

Così aziende pubbliche, ora privatizzate,
facevano concorrenza ad aziende private
del settore.
Da qui allora misero su la propaganda
secondo la quale il pubblico è tutto
inefficiente e il privato tutto efficiente,
quindi meglio privatizzare tutto e magari
a prezzi stracciati.

A mio parere quindi le tasse
si possono ELIMINARE o fortemente
diminuire o farle pagare unicamente
a chi per es. guadagna un minimo
di 20 mila euro al mese.

Questo è possibile però solo
se lo Stato (cioè tutti noi cittadini
sovrani) possiamo diventare azionisti
di una serie di aziende pubbliche.
Queste aziende sul mercato guadagnano
soldi, e con questi sarà possibile
pagare tutti i servizi.

Ma una cosa del genere, un leghista o
un Berlusconi(tanto per fare
i nomi più noti, ma il discorso vale
un po' per tutti) o altra gente di questo
tipo non te la dirà mai, perché
loro hanno bisogno di uno Stato
dove ALCUNI PRIVATI vanno e rubano.
Infatti Bossi per es. ad un certo
punto ha rubato, insieme al figlio,
soldi al suo stesso partito.
Per non parlare poi di Berlusconi
che ha fatto una infinità di affari
da quando è entrato in politica.

E cosa dire di Craxi, Andreotti
e tanti altri di quel periodo che rubarono allo Stato(cioè
a tutti noi) e al tempo stesso vendettero
i beni pubblici a prezzi stracciati,
cioè ad altri privati: vedi l'affare
montedison per es.

Attualmente per es. al governo
hai Renzi e Berlusconi.
Renzi ha messo i suoi uomini (Gentiloni e altri)
Berlusconi ha messo Alfano, Lorenzin e altri.
Questo governo Renzi Berlusconi
ci fa pagare una tassa sulla tv
tramite la bolletta elettrica.

Una tassa che se la evadi ecco
che ti staccano la luce.
La cosa piu logica
sarebbe quella di fare acquistare
un decoder RAI e far pagare
l'abbonamento. Se non paghi,
ti disattivano il tutto, come
fanno mediaset e sky.

Ma perché non fanno questo?
Non lo fanno perché Renzi, Berlusconi
e altri come loro hanno bisogno
dei nostri soldi per pagare le rate
del debito pubblico.
Infatti le banche dove questi e altri
politici mettono i loro soldi a fruttare
acquistano titoli di Stato.
E queste banche a un certo punto
vanno a prendere i loro soldi con interessi.

E allora il governo di Renzi e Berlusconi
per pagare questi titoli di Stato dove
le banche vanno a riscuoterli ecco
che hanno bisogno per es. anche
dei soldi del canone.

Lo Stato italiano è una sorte
di condominio dove però
ci sono dei condomini che fanno
il loro comodo.
Non è lo Stato in quanto tale
ad essere un male, ma CHI
impersona lo Stato di volta in volta.

Il punto da capire (e che i leghisti,
i berlusconiani e gli altri) non fanno
capire è che il problema non è lo Stato
in quanto tale ma I LADRI (come loro)
che vanno al potere.

E questa propaganda è possibile
UNICAMENTE perché la maggioranza
del popolo sovrano (siamo intorno
al 90% e oltre) IGNORA la storia
recente, il diritto e l'economia.
Quindi si tratta di una popolazione
che può essere molto facilmente presa
in giro, e infatti la prendono in giro
puntualmente.

I cittadini sovrani si potranno
avere solo quando la scuola obbligherà
tutti a studiare, fin dalle elementari,
il diritto, l'economia e soprattutto
la storia recente, in particolare
quella degli ultimi venti anni di volta
in volta.
Se invece si obbligano i bambini (e poi
i ragazzi)
a studiare tanta inutile matematica,
poi dante alighieri e tanta altra
inutile letteratura ecco
che questi raggiunta l'età
per andare a votare non sanno
orientarsi.
Magari ti saprannno risolvere
un sistema di equazioni, oppure
ti sapranno recitare a memoria
un canto dell'inferno di Dante
come fa pure quel ******* di Benigni
in tv.
Ma sta sicuro che saranno incapaci
di capire la politica con l'annessa
propaganda, quindi saranno facile
preda di vari Bossi, Berlusconi, Bersani
di turno e li voteranno per tutta
la vita. Smettendo solo quando
questi vengono poi magari coinvolti
in qualche scandalo, perché solo
gli scandali sono capaci di capire
quelli che a scuola hanno
fatto solo tanta matematica,
tanta letteratura e nulla
di storia recente, di diritto
e di economia.
radicale.001@gmail.com 29 Mag 2017 19:16
Il giorno sabato 27 maggio 2017 13:28:01 UTC+2, attorea...@gmail.com ha scritto:
> Il giorno sabato 27 maggio 2017 08:24:09 UTC+2, mario ha scritto:
>>
>> per una crescita economica, pubblica e/o privata, occorre che avvenga il
contrario ! ma questo potere decisionale ce l'ha solo legalmente stato mentre il
privato se lo deve prendere con scioperi & rivolte.
>>
>>
> Mi sono convinto che questa
> dicotomia in senso negativo
> tra pubblico e privato,
> dove pubblico è brutto e cattivo
> mentre privato è bello e buono
> sia solo propaganda.
> Una propaganda utilissima
> ad ALCUNI PRIVATI che si sono
> di fatto impadroniti del pubblico,
> cioè dello Stato.
>
> Anche i giusnaturalisti
> dell'età moderna (vedi Hobbes, Locke ecc)
> pensavano allo Stato in senso molto
> positivo.
> Sto cioè citando filosofi (vedi Locke
> per es.) che sono ritenuti
> essere i padri del liberalismo.
>
> Ovvero, questi parlavano di diritto naturale
> in contrapposizione al diritto positivo,
> dove quest'ultimo è inteso come insieme
> di leggi fatte dagli esseri umani
> e nulla di piu.
> Questi giusnaturalisti invece pensavano
> che ci fossero dei diritti propri
> dell'uomo validi in ogni epoca
> e in ogni luogo.
> Per es. il diritto alla vita,
> alla libertà, alla proprietà ecc.
>
> E tuttavia, Hobbes per es.
> era a favore del sovrano assoluto.
> Locke era a favore di una monarchia
> parlamentare ecc.
> A nessuno di questi liberali veniva
> in mente di dire che lo Stato era
> cosa negativa, anzi, era cosa di
> fondamentale importanza, dove
> i cittadini stipulano un contratto
> e mettono su quindi lo Stato.
>
> Se così non si fa ecco che
> andrà a valere la legge della giungla,
> cioè la legge del piu forte.
>
> Per es. se nessuno paga le tasse,
> cioè se non si fa una sorta di colletta
> per istituire un corpo di polizia,
> ecco che alla fin fine quando tu
> o io, usciamo per la strada, possiamo
> essere picchiati, rapiti, uccisi, e NESSUNO
> ci potrà proteggere.
>
> L'unica, per me e te, in un ambiente
> del genere è quella di provare
> a mettere su una banda bene armata
> e andare in giro con questi
> e così possiamo proteggerci meglio
> da altre bande.
> Ti lascio immaginare per es.
> come potremo vivere sereni io e
> te e la nostra banda in Sicilia per es:))
>
> Insomma, queste considerazioni
> b*****i appena fatte sopra
> e tante altre dello stesso
> genere fanno capire che noi
> tutti abbiamo bisogno dello Stato
> altrimenti non hai la civiltà
> ma la giungla.
> E inoltre lo Stato per essere
> realizzato (a meno che non si voglia
> uno Stato come insieme di leggi
> scritte sulla carta e basta)
> ha bisogno di SOLDI, di tanti soldi.
>
> Ma CHI deve mettere questi soldi?
> La cosa più ovvia è quella di fare
> in modo tale che lo Stato possa
> avere delle imprese, cioè delle aziende
> proprie i cui azionisti quindi sono TUTTI
> i cittadini, i quali ricevono
> in cambio i SERVIZI, cioè la polizia,
> i giudici, l'esercito, i vigili urbani
> ecc ecc.
>
> Ma uno Stato che ha aziende
> non piace ad ALCUNI PRIVATI
> perché uno Stato del genere
> può fare concorrenza.
> Per es. le tv pubbliche facevano
> e fanno concorrenza alle tv private
> a quelle di Berlusconi in particolare.
>
> Così aziende pubbliche, ora privatizzate,
> facevano concorrenza ad aziende private
> del settore.
> Da qui allora misero su la propaganda
> secondo la quale il pubblico è tutto
> inefficiente e il privato tutto efficiente,
> quindi meglio privatizzare tutto e magari
> a prezzi stracciati.
>
> A mio parere quindi le tasse
> si possono ELIMINARE o fortemente
> diminuire o farle pagare unicamente
> a chi per es. guadagna un minimo
> di 20 mila euro al mese.
>
> Questo è possibile però solo
> se lo Stato (cioè tutti noi cittadini
> sovrani) possiamo diventare azionisti
> di una serie di aziende pubbliche.
> Queste aziende sul mercato guadagnano
> soldi, e con questi sarà possibile
> pagare tutti i servizi.
>
> Ma una cosa del genere, un leghista o
> un Berlusconi(tanto per fare
> i nomi più noti, ma il discorso vale
> un po' per tutti) o altra gente di questo
> tipo non te la dirà mai, perché
> loro hanno bisogno di uno Stato
> dove ALCUNI PRIVATI vanno e rubano.
> Infatti Bossi per es. ad un certo
> punto ha rubato, insieme al figlio,
> soldi al suo stesso partito.
> Per non parlare poi di Berlusconi
> che ha fatto una infinità di affari
> da quando è entrato in politica.
>
> E cosa dire di Craxi, Andreotti
> e tanti altri di quel periodo che rubarono allo Stato(cioè
> a tutti noi) e al tempo stesso vendettero
> i beni pubblici a prezzi stracciati,
> cioè ad altri privati: vedi l'affare
> montedison per es.
>
> Attualmente per es. al governo
> hai Renzi e Berlusconi.
> Renzi ha messo i suoi uomini (Gentiloni e altri)
> Berlusconi ha messo Alfano, Lorenzin e altri.
> Questo governo Renzi Berlusconi
> ci fa pagare una tassa sulla tv
> tramite la bolletta elettrica.
>
> Una tassa che se la evadi ecco
> che ti staccano la luce.
> La cosa piu logica
> sarebbe quella di fare acquistare
> un decoder RAI e far pagare
> l'abbonamento. Se non paghi,
> ti disattivano il tutto, come
> fanno mediaset e sky.
>
> Ma perché non fanno questo?
> Non lo fanno perché Renzi, Berlusconi
> e altri come loro hanno bisogno
> dei nostri soldi per pagare le rate
> del debito pubblico.
> Infatti le banche dove questi e altri
> politici mettono i loro soldi a fruttare
> acquistano titoli di Stato.
> E queste banche a un certo punto
> vanno a prendere i loro soldi con interessi.
>
> E allora il governo di Renzi e Berlusconi
> per pagare questi titoli di Stato dove
> le banche vanno a riscuoterli ecco
> che hanno bisogno per es. anche
> dei soldi del canone.
>
> Lo Stato italiano è una sorte
> di condominio dove però
> ci sono dei condomini che fanno
> il loro comodo.
> Non è lo Stato in quanto tale
> ad essere un male, ma CHI
> impersona lo Stato di volta in volta.
>
> Il punto da capire (e che i leghisti,
> i berlusconiani e gli altri) non fanno
> capire è che il problema non è lo Stato
> in quanto tale ma I LADRI (come loro)
> che vanno al potere.
>
> E questa propaganda è possibile
> UNICAMENTE perché la maggioranza
> del popolo sovrano (siamo intorno
> al 90% e oltre) IGNORA la storia
> recente, il diritto e l'economia.
> Quindi si tratta di una popolazione
> che può essere molto facilmente presa
> in giro, e infatti la prendono in giro
> puntualmente.
>
> I cittadini sovrani si potranno
> avere solo quando la scuola obbligherà
> tutti a studiare, fin dalle elementari,
> il diritto, l'economia e soprattutto
> la storia recente, in particolare
> quella degli ultimi venti anni di volta
> in volta.
> Se invece si obbligano i bambini (e poi
> i ragazzi)
> a studiare tanta inutile matematica,
> poi dante alighieri e tanta altra
> inutile letteratura ecco
> che questi raggiunta l'età
> per andare a votare non sanno
> orientarsi.
> Magari ti saprannno risolvere
> un sistema di equazioni, oppure
> ti sapranno recitare a memoria
> un canto dell'inferno di Dante
> come fa pure quel ******* di Benigni
> in tv.
> Ma sta sicuro che saranno incapaci
> di capire la politica con l'annessa
> propaganda, quindi saranno facile
> preda di vari Bossi, Berlusconi, Bersani
> di turno e li voteranno per tutta
> la vita. Smettendo solo quando
> questi vengono poi magari coinvolti
> in qualche scandalo, perché solo
> gli scandali sono capaci di capire
> quelli che a scuola hanno
> fatto solo tanta matematica,
> tanta letteratura e nulla
> di storia recente, di diritto
> e di economia.

sempre di poche parole, tu

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Le discipline economiche | Tutti i gruppi | it.economia | Notizie e discussioni economia | Economia Mobile | Servizio di consultazione news.